Cosa è successo nella Miniera di Brenno

01.03.2006
 

Merone (CO)


Le cause e le soluzioni predisposte per il recupero delle acque meteoriche con particelle in sospensione di solidi naturali.

Nella serata di Lunedì si è verificato lo scarico di acque meteoriche con particelle in sospensione di solidi naturali dalla Miniera di Brenno al fiume Lambro.

Le acque in oggetto non sono acque reflue derivanti da residui industriali, bensì acque meteoriche che, in seguito a precipitazioni piovose, così come se fosse un recipiente, si accumulano nella Miniera e vengono poi pompate in apposite vasche di sedimentazione. In esse le particelle in sospensione che sono di natura calcarea ed argillosa, col passare del tempo, si depositano sul fondo prima di essere scaricate nel Fiume così some da autorizzazione della Provincia di Lecco.

Come attesta il risultato dell'analisi approfondita condotta ieri sul sito minerario da Holcim (Italia) S.p.A. e dall'ARPA di Lecco, a causa di un imprevedibile malfunzionamento del sistema di controllo delle pompe delle vasche di sedimentazione, sono tracimate nel Fiume acque meteoriche non sufficientemente decantate e, dunque di colore bianco, per la persistenza di particelle in sospensione dei solidi naturali sopra citati.

Per bloccare la situazione l'Azienda ha provveduto a realizzare un tempestivo intervento tecnico che ha consistito nell'a lzare la serranda della prima vasca di decantazione e nel rendere ermetica la seconda. Questo nell'attesa che venga ultimata l'i nstallazione dell'impianto per il recupero delle particelle solide in sospensione nelle acque meteoriche la cui entrata in esercizio, sia per un significativo ritardo nel rilascio dell'autorizzazione paesistica sia per le avverse condizioni metereologiche degli ultimi mesi che hanno impedito la continuazione dei lavori, è stata ritardata ma è comunque prevista per la fine del corrente mese.

Con questo nuovo impianto, per il quale è stato sostenuto un investimento di 400.000 euro, Holcim (Italia) S.p.A. confida che, in futuro, non si ripetano episodi di questa natura.