Torre Libeskind

Progettista: Studio Libeskind
Impresa: CMB Cooperativa Muratori e Braccianti di Carpi
Materiale fornito: cemento pozzolanico 32.5R IV/A - calcestruzzo a basso calore di idratazione in C 32/40

Image
torre-pwc_photo-courtesy-david-bombelli.jpg
Getto fondazione di Torre Liebeskind

La geometria della Torre PwC è stata la più sfidante delle Tre Torri di CityLife a livello progettuale e realizzativo, data la sua caratteristica curvatura in elevazione, resa possibile da una traslazione dei piani ad ogni livello rispetto al baricentro, un nucleo centrale in calcestruzzo armato.


Con i suoi 175,5 metri di altezza, 34 livelli complessivi e 33.500 mq di superficie, completa lo skyline di Piazza Tre Torri. Realizzata grazie ad un connubio di massima precisione tra il calcestruzzo e le strutture metalliche delle facciate, la “corona” ospita al suo interno gli impianti di manutenzione, i sistemi di climatizzazione e un impianto per il riciclo dell’acqua piovana.

Per la fondazione del grattacielo Libeskind, Holcim ha messo in campo:

  • 3 impianti di calcestruzzo preconfezionato: Novate, Segrate, Assago con 5 punti di carico totali;
  • 3 cave di aggregati: Gorla, Pioltello, Segrate;
  • 1 impianto di produzione cemento: Merone;
  • 3 pompe di calcestruzzo con braccio da 50 metri;
  • 45-47 betoniere per turno;
  • 18 mezzi per il trasporto di aggregati per turno;
  • 9 mezzi per il trasporto cemento per turno;
  • oltre 100 persone coinvolte nell’arco di 30 ore.

La struttura presenta una base esagonale non regolare di dimensioni massime 66m x 40m ed altezza 2,50 m per cui sono stati pompati quasi 6.000 m3 di calcestruzzo a basso calore di idratazione in C 32/40 con uno slump assimilabile a quello di un SCC. Questo prodotto è stato appositamente studiato e realizzato per contrastare il rischio di fessurazione, che caratterizza getti imponenti di platee di fondazione molto spesse. Il mix design prevede l’utilizzo di cemento pozzolanico 32.5R IV/A, cemento che per le sue caratteristiche permette di tenere sotto controllo il calore d’idratazione causa di fessurazioni.

Ancora una volta, l’esperienza ed il know how maturati nella gestione di opere complesse, hanno consentito ad Holcim di offrire soluzioni flessibili, sicure e innovative. Le caratteristiche delle soluzioni Holcim continuano ad essere la gamma di prodotti studiata ad hoc, l’operatività in qualità e sicurezza costanti garantite anche attraverso sistemi di gestione certificati ISO 9001, ISO14001 e OHSAS 18001, il coordinamento logistico, le competenze tecniche e la costante presenza in cantiere unitamente all’attenzione e alla cura di ogni dettaglio.