Rapporto di Sostenibilità 2007

07.10.2008
 

Merone


Continua il percorso di trasparenza, apertura e coinvolgimento dell' Azienda attraverso la presentazione ai propri stakeholder del Rapporto di Sostenibilità e delle priorità strategiche in tema di sviluppo sostenibile

L'Azienda incontra oggi i Rappresentanti di Stampa ed altri stakeolder esterni rilevanti e presenta il Rapporto di Sostenibilità 2007, uno degli strumenti attraverso cui Holcim in Italia dialoga con i propri stakeholder, rendicontando i propri risultati lungo le tre dimensioni della sostenibilità: dimensione economica, dimensione ambientale e dimensione sociale. Si tratta della terza edizione del Rapporto (il primo risale al 2005) che, pubblicato nel mese di Luglio, rendiconta tutte le azioni e le attività significative, illustra le informazioni e gli avvenimenti più importanti registrati nel corso del 2007 e presenta, laddove possibile, i dati quantitativi del triennio 2005 - 2007:

  • risultati economici ancora buoni con investimenti per 98 milioni di euro nel triennio e generazione di valore aggiunto per gli stakeholder;
  • miglioramenti in campo ambientale in termini di emissioni ed impatti ridotti;
  • progetti realizzati e previsti di responsabilità sociale per rinsaldare ulteriormente i rapporti con le comunità locali.

Il Rapporto di Sostenibilità che, da quest'anno ha cadenza annuale, è stato redatto facendo riferimento alla terza versione delle Sustainability Reporting Guidelines definite dal Global Reporting Iniziative (G3) con livello di applicazione A+ ed è stato sottoposto alla verifica indipendente da parte di KPMG S.p.A. che ha valutato la conformità del processo di rendicontazione alle linee guida di riferimento e la coerenza delle informazioni con la documentazione aziendale di natura contabile e le informazioni e i dati sociali e ambientali.

Il principale elemento di novità di cui il Rapporto di Sostenibilità 2007 dà evidenza è l'esito dell' Analisi di Materialità condotta ad Aprile 2008 e tesa ad identificare gli aspetti rilevanti in tema di sviluppo sostenibile per l'Azienda. Tale analisi è stata condotta in due fasi.
La prima fase ha richiesto la conduzione di interviste telefoniche da parte di una società esterna (CSR Network/Exima) su un gruppo rappresentativo di stakeholder a cui è stato chiesto di valutare l'importanza e l'impatto, attuale e potenziale, per Holcim di una serie di temi rilevanti sia per l'Azienda sia per il settore. La seconda fase ha invece previsto la misurazione delle percezioni interne del management e quindi la realizzazione di un workshop, nel quale è stato coinvolto il Country Management Committee integrato da alcuni responsabili di funzione.
L'esito di tali fasi è stata la costruzione di una matrice di materialità che riporta lungo due dimensioni le aspettative e le priorità così come evidenziate dagli stakeholder e gli impatti che tali aspetti hanno sull'Azienda. Gli aspetti maggiormente rilevanti per Holcim in Italia e per i propri stakeholder costituiscono le seguenti priorità strategiche dell'Azienda, rendicontate con particolare attenzione nel Rapporto:

  • Emissioni in atmosfera e cambiamento climatico
  • Sicurezza e Salute nei Luoghi di Lavoro
  • Coinvolgimento delle comunità locali e relazioni con gli stakeholder
  • Gestione delle risorse naturali con utilizzo di fonti rinnovabili nelle materie prime cemento e nei combustibili alternativi
  • Gestione attuale e futura dei siti estrattivi e tutela della biodiversità
  • Edilizia sostenibile e prodotti / servizi eco-efficienti

La Presentazione odierna, dopo un'introduzione dell'A mministratore Delegato, Dott. Domenico Salvadore, ha dato ampio spazio proprio al tema delle priorità strategiche. Ad illustrare i programmi e le azioni condotte e previste per ciascuna di esse sono stati i Responsabili delle Funzioni direttamente legate alla gestione delle priorità strategiche che sono intervenuti in qualità di relatori, portando quindi esempi concreti sia a livello aziendale sia a livello di singola unità produttiva di riferimento:

  • Dott. Mauro Bonafé Direttore Risorse Umane / OH&S Coordinator
  • Ing. Calogero Santamaria Direttore Unità Produttiva di Merone
  • Ing. Secondino Quaglia Faccio Direttore Unità Produttiva di Ternate
  • Ing. Gianluca Barbagli Responsabile Ambiente Cemento
  • Ing. Marcelino Linares Responsabile Materie Prime e Logistica
  • Dott.ssa Manuela Macchi Responsabile Sviluppo Sostenibile


La Presentazione odierna, realizzata in due sessioni (presso Merone e presso Ternate) e rivolta a Stampa ed altri stakeolder esterni rilevanti è stata preceduta, nella giornata di lunedì 6 ottobre, da una presentazione interna rivolta ai Dipendenti. L'A zienda, fortemente radicata nel territorio in cui opera, auspica che questa iniziativa, in linea con l'impegno di continuo e sempre maggiore coinvolgimento dei propri stakeholder per permettere loro di conoscere le strategie e gli impegni del proprio approccio allo sviluppo sostenibile, possa contribuire al raggiungimento dell'o biettivo comune di conciliare crescita economica, responsabilità sociale e salvaguardia ambientale.

APPROFONDIMENTI
Una pubblicazione sostenibile Alla sua terza edizione, il Rapporto caratterizzato da un ampliamento dei temi trattati e del perimetro di rendicontazione, è stato stampato in 2.000 copie certificate FSC, marchio che identifica prodotti contenenti legno o cellulosa proveniente da foreste gestite in maniera corretta e responsabile secondo rigorosi standard ambientali, sociali ed economici.

La diffusione del Rapporto di Sostenibilità 2007
Il Rapporto è uno degli strumenti attraverso cui Holcim in Italia dialoga con i propri stakeholder e, al tempo stesso, è lo strumento più importante per quanto riguarda la misurazione e la rendicontazione dei risultati ottenuti lungo le tre dimensioni della sostenibilità. Conseguentemente, oltre ad essere consultabile e scaricabile in formato ".pdf" dal sito www.holcim.it, molteplici sono le vie attraverso cui viene diffuso:

  • Consegna diretta a tutti i Dipendenti;
  • Spedizione via posta ai principali stakeholder esterni;
  • Presentazione agli stakeholder interni (Dipendenti e RSU);
  • Presentazione agli stakeholder esterni;
  • Preparazione, per il secondo anno consecutivo, di un'edizione Short all'interno del settimanale VITA magazine rivolto allo stakeholder Terzo settore del 20-26 settembre 2008 (20.000 copie);
  • Redazione di un inserto Speciale all'interno del numero di luglio di Note di Fábrica (periodico di informazione gratuita rivolto alle comunità locali di Merone (CO) e di Ternate (VA) stampato in 31.000 copie);
  • Diffusione nell'ambito di eventi legati ai temi della sostenibilità quali per esempio "Dal Dire al Fare" - Il Salone della responsabilità Sociale di Impresa che si è svolto a Milano dal 24 al 25 Settembre registrando la presenza di oltre 1600 visitatori.


La matrice di materialità e le priorità strategiche
La matrice di materialità conferma quanto già definito dalla Capogruppo ma che per Holcim in Italia assume maggiore rilevanza in quanto direttamente scaturito dagli stakeholder locali. Per questo motivo, nel Rapporto, così come sottolineato nella Presentazione odierna, si è voluto sottolineare:
• Relativamente alle emissioni in atmosfera le nostre politiche di contenimento in termini di azioni e di investimenti, gli strumenti di monitoraggio e misurazione, il processo nel suo funzionamento normale e in caso di superamento dei limiti e il ruolo della pubblica amministrazione nella comunicazione e prevenzione e, naturalmente, le azioni intraprese per la riduzione delle emissioni;
• Relativamente al cambiamento climatico la posizione di leadership assunta dalla Capogruppo in questo contesto e i risultati sinora conseguiti in Italia in termini di riduzione delle emissione assolute di CO2;
• Relativamente alla Sicurezza e Salute nei Luoghi di Lavoro, nonostante venga riconosciuto un impegno forte da parte dell'A zienda per raggiungere l'obiettivo "zero infortuni", i progetti realizzati e quelli tutt'ora in corso tenendo in conto la richiesta di maggiore trasparenza in merito all'utilizzo di materie prime e combustibili alternativi e alle attività di prevenzione e formazione;
• Relativamente al coinvolgimento delle comunità locali e alle relazioni con gli stakeholder le attività e i progetti sinora svolti per le comunità locali nonché le linee guida future di stakeholder engagement tenendo in conto il suggerimento di sviluppare progetti insieme ad associazioni non a scopo di lucro per creare valore per il territorio;
• Relativamente alla gestione delle risorse naturali con utilizzo di fonti rinnovabili nelle materie prime cemento e nei combustibili alternativi quanto viene fatto per contenere gli impatti ambientali in termini di acqua, trasporti, rifiuti, politica energetica e combustibili alternativi. Nel dettaglio, inoltre, è stato illustrato come vengono utilizzate le risorse rinnovabili in ambito di materie prime e di energia e cosa facciamo per tutelare le risorse non rinnovabili (es. combustibili alternativi in parziale sostituzione ai combustibili tradizionali di origine fossile) con evidenza dei risultati sinora conseguiti in Italia in termini di risparmio energetico.
• Relativamente alla gestione attuale e futura di cave e miniere le attività di ripristino ambientale condotte e in corso presso i nostri siti estrattivi tenendo in conto l'aspettativa di conoscere più nello specifico i programmi di pianificazione e restituzione alla collettività degli stessi e l'importanza attribuita dalla Capogruppo alla definizione di standard inerenti ai temi della salvaguardia degli ecosistemi e della biodiversità per la conservazione esistenti nelle proprie unità produttive;
• Relativamente ai prodotti / servizi eco-efficienti e all' edilizia sostenibile, prodotti eco-efficienti e quanto realizzato da Holcim Foundation for Sustainable Construction per accrescere, a livello internazionale, la consapevolezza del ruolo che l'architettura, l'i ngegneria e l'edilizia hanno nel supportare la costruzione di un futuro più sostenibile e nel suggerire risposte radicalmente innovative e quindi utili alla realizzazione di tale futuro.