I vincitori degli Holcim Awards 2014 per l'Europa annunciati a Mosca

04.09.2014
 

Prestigiosi premi assegnati nell'ambito della costruzione sostenibile a progetti contestuali e resilienti in Austria, Francia e Italia

I progetti vincitori degli Holcim Awards 2014 europei mostrano come le costruzioni sostenibili continuino ad evolversi, trovando risposte sempre più sofisticate e multi-disciplinari alle sfide che il settore edilizio e delle costruzioni si trova ad affrontare. I premi Gold, Silver e Bronze sono stati assegnati rispettivamente a una riserva ecologica e progetto di risanamento nell'Italia meridionale, a un edificio universitario flessibile e a basso costo a Parigi e a un quartiere urbano partecipato a Vienna.

Dodici progetti che includono edifici all'avanguardia concepiti da professionisti di spicco, insieme alle visioni della futura generazione di professionisti hanno ricevuto e condiviso un premio in denaro di oltre 300.000 dollari statunitensi. Una giuria di esperti internazionali presieduta da Jean-Philippe Vassal (Francia) ha selezionato i vincitori esaminando i “target issues”, ovvero punti fondamentali, che hanno preso in esame le prestazioni ambientali, sociali ed economiche, ponendo comunque l'accento sulla necessaria eccellenza architettonica e su un elevato livello di trasferibilità del progetto.

Spiccata posizione filosofica: premio Gold alla riserva ecologica e progetto di risanamento a Saline Joniche, Italia

Il primo premio è stato assegnato a un progetto di risanamento ambientale sulla costa meridionale italiana, il quale permette la coesistenza della natura e della presenza dell'uomo. Gli architetti Francisco Leiva di Grupo aranea (Spagna) e Marco Scarpinato di AutonomeForme (Italia) hanno avviato il progetto di risanamento in un'area compromessa dalla presenza di impianti industriali. L'ecosistema in continuo mutamento crea un paesaggio paludoso ricco di flora e fauna, con particolare attenzione alla presenza di uccelli migratori.

All'evento di premiazione tenutosi a Mosca, il rappresentante della giuria Arno Brandlhuber (Germania) ha celebrato il progetto vincitore del premio Gold degli Holcim Awards per la sua spiccata posizione filosofica volta all'esame dei ruoli dell'architettura, della progettazione del paesaggio, della pianificazione urbana e delle loro limitazioni, attraverso la necessità di consentire la presenza dell'essere umano. "Il progetto racchiude un discorso sulle potenziali forme di relazione tra attività umana e ambiente naturale, proponendo strategie per la comprensione dell'architettura quale forma di azione in un rapporto simbiotico con la natura", ha dichiarato. 

Notevole commistione di economia ed estetica: premio Silver a un edificio universitario flessibile e a basso costo a Parigi, Francia

L'Holcim Awards Silver è stato assegnato a un edificio che ospiterà diverse strutture quali impianti sportivi interni ed esterni, bar, dehor e una piazza pedonale all'interno del nuovo campus di Paris-Saclay. Gilles Delalex, Yves Moreau e Thomas Wessel-Cessieux dello studio di architettura Muoto (Francia) hanno progettato una struttura minimale che utilizza materiali grezzi, tecniche solide e durevoli e applica il concetto di sovrapposizione verticale che colloca le varie zone di attività l'una sull'altra. La giuria ha riconosciuto la ridotta applicazione di mezzi tecnici e architettonici resilienti e adattabili alle future esigenze: "L'elegante design coniuga riflessioni economiche ed estetiche in maniera tale da consentire a questa struttura a basso costo di trasformare i limiti in qualità".

Focus sugli stakeholder: premio Bronze per un quartiere urbano partecipato a Vienna, Austria

Il premio Holcim Awards Bronze è stato assegnato a un progetto di design urbano a Vienna, che identifica un set di regole per la creazione di un quartiere urbano sostenibile. Il piano urbanistico concepito da Enrique Arenas, Luis Basabe e Luis Palacios dello studio Arenas Basabe Palacios (Spagna) utilizza una struttura costituita da giardini per lo sviluppo fisico e sociale del progetto. L'approccio stabilisce un intervento minimamente invasivo che si svilupperà nel tempo, secondo i bisogni della comunità in ogni sua fase. La giuria ha elogiato in particolare la scelta delle procedure, inclusa la partecipazione degli stakeholder e il relativo effetto sulla forma fisica: "La proposta offre un metodo per la densificazione urbana progressiva, il quale combina sia approcci discendenti/ascendenti, sia prassi formali/informali per la creazione di una comunità urbana".

Fusione di concetti architettonici e tecnici: Honorable Mention a un edificio ad uso uffici energicamente efficiente a Holderbank, Svizzera

Un centro di competenza che include laboratori di ricerca, spazio per uffici e strutture formative con un concetto energetico all'avanguardia ha ricevuto il primo Holcim Awards Honorable Mention mai assegnato. Progettato dall'architetto svizzero Christian Kerez, gli atrii perfettamente circolari che attraversano i livelli dei soffitti e i pavimenti che si intersecano nell'edificio, danno l'opportunità a dipendenti e visitatori di incontrarsi, consentendo al contempo di poter sperimentare dall'interno le reali dimensioni dell'edificio. Poiché il progetto è stato concepito per essere il nuovo Centro di Competenza di Holcim, la giuria ha scelto di conferire una menzione speciale non pecuniaria che "rispetta l'eccezionale valore della proposta".

Acknowledgement prizes a progetti sui materiali dal Belgio e dalla Germania

Una squadra dello studio TETRA architecten in Belgio ha ricevuto un riconoscimento per il proprio villaggio dei materiali, situato nel Porto di Bruxelles, il quale distribuisce materiali da costruzione alla città, oltre a raccogliere e riciclare materiali di scarto da questa provenienti.

Karola Dierichs e Achim Menges dell'Istituto di Design computazionale dell'Università di Stoccarda hanno ricevuto un riconoscimento per il loro progetto di ricerca multi-disciplinare sui materiali, il quale prende in esame architetture aggregate realizzate tramite stampaggio a iniezione di granuli di bioplastica autosolidificanti, specificatamente progettati.

Premi "Next generation" per visioni di progetto in Austria, Francia, Irlanda, Russia e Spagna

Il concorso Holcim Awards è anche alla ricerca di visioni e idee coraggiose per la categoria “Next Generation” (studenti e giovani professionisti). La giuria ha deciso di conferire per la prima volta sei premi a riconoscimento dell'eccezionale qualità delle proposte inviate da tutta Europa. Il primo premio “Next Generation” è stato assegnato ad Hani Jaber, Ricardo Mayor, Héctor Muñoz e Ignacio Taus di DAT Pangea (Spagna) per una serie di tre progetti architettonici orientati alla società. Il loro portfolio di progetti include un piano spaziale e una ristrutturazione agricola, un giardino urbano produttivo oltre a spazi temporanei per la partecipazione del pubblico. La giuria è rimasta colpita dalle proposte di progettazione volte a creare un dialogo tra architettura e politica, portando all'attenzione i principali problemi sociali e offrendo al contempo soluzioni di progettazione appropriate per dare una risposta a specifici problemi.

Il secondo premio “Next Generation” è stato assegnato ad Aleksandr Veshniakov, Dimitry Ivanov, Natalia Mikhailova, Aleksandra Tyron e Nadezhda Pavlova, un gruppo di architetti russi, per una rete di centri civici in piccole cittadine che formano una rete virtuale grazie all'uso della connettività di rete. La giuria è stata principalmente colpita dall'idea di creare uno "strumento architettonico" in grado di promuovere una maggior vivacità nelle piccole città russe. Il terzo premio è stato assegnato a Iker Luna, dalla Spagna per il suo progetto di ricerca sui materiali relativo a laterizi in argilla con innesti d'edera per tetti verdi. Il particolare materiale consente la crescita dell'edera, pianta in grado di migliorare la qualità dell'aria e di attenuare l'effetto “isola di calore urbana”. Gli altri premi “Next Generation” sono andati ad András Dankházi per una fornitura d'acqua simbiotica e riqualificazione del paesaggio in Irlanda (4° classificato), a Grégoir Arthuis per la ristrutturazione di un grattacielo in Francia (5° classificato) e a Nikola Znaor per un sistema di schermatura sostenibile e responsivo in Austria (6° classificato).

Le candidature Holcim Awards per i progetti europei sono state valutate da una giuria indipendente ospitata dal Politecnico federale svizzero di Zurigo (ETH Zürich), composta da: Jean-Philippe Vassal (Presidente di giuria, Francia), Horia Adrian (Romania), Marc Angélil (Svizzera), Arno Brandlhuber (Germania), Antón García-Abril (Spagna), Hiromi Hosoya (Svizzera), Hrvoje Njiric (Croazia), Stuart Smith (Regno Unito) e Holger Wallbaum (Svezia). www.holcimawards.org/jury-eur

Ulteriori informazioni sul concorso e su tutti i progetti vincitori incluse immagini ad alta risoluzione disponibili per il download sono reperibili all'indirizzo: www.holcimawards.org

La cerimonia degli Holcim Awards tenutasi a Mosca per la regione europea è stata la prima presentazione dei vincitori nell'arco di una serie di eventi che prevedono altri appuntamenti a Toronto (per il Nord America), Medellín (per l'America Latina), Beirut (per l'Africa e il Medio Oriente) e Jakarta (per l'Asia Pacifico). I progetti che ricevono gli Holcim Awards Gold, Silver e Bronze, ossia l'oro, l'argento e il bronzo, in ciascuna regione si qualificano automaticamente per i Global Holcim Awards 2015.

La competizione Holcim Awards for Sustainable Construction mira ad individuare progetti di edilizia innovativi, orientati al futuro e tangibili per promuovere risposte sostenibili a questioni tecnologiche, ambientali, socio-economiche e culturali inerenti ai problemi urbanistici ed edili a livello locale, regionale e globale. La competizione viene organizzata dal 2004 dalla Holcim Foundation, con sede in Svizzera, ed eroga premi in denaro pari a 2 milioni di dollari statunitensi ogni tre anni.

Holcim Foundation è sostenuta da Holcim Ltd e dalle aziende del gruppo in circa 70 paesi, ed è indipendente dai suoi interessi commerciali. Holcim è uno dei leader a livello mondiale nella fornitura di cementi, aggregati (breccia, sabbia e ghiaia) e altri prodotti, quali asfalto e calcestruzzo premiscelato, inclusi i relativi servizi.