Community Day – “Volontariamente Insieme” per la Responsabilità Sociale d’Impresa

16 Dicembre 2010
 

Holcim (Italia) S.p.A. conferma anche quest’anno il Community Day, appuntamento consueto con il volontariato aziendale.

Holcim (Italia) non ha voluto rinunciare, nonostante le difficoltà dell’anno appena trascorso, all’importante e ormai consueto appuntamento con il volontariato d’impresa.

Il Community Day, iniziativa di responsabilità sociale d’impresa che a partire dal 2007 ha luogo abitualmente nel periodo primaverile, si è svolto quest’anno il 15 Dicembre. Nonostante la forma ridotta in termini di numero di organizzazioni no profit coinvolte e di contributo offerto, la giornata ha avuto comunque un ottimo riscontro sia a livello di adesioni sia di risultati raggiunti: 41 i dipendenti che hanno aderito, 25 nell’area di Merone e 16 nell’area di Ternate.

Novità di quest’anno inoltre, l’opportunità per tutti i dipendenti, di donare alle realtà coinvolte parte o tutta la propria giornata di lavoro, in aggiunta al contributo economico che, come sempre, l’azienda da’. A questo proposito si sono raccolte 45 donazioni per un totale di 259 ore.

 Quattro le organizzazioni no profit selezionate. Si tratta di realtà localizzate nei bacini di influenza delle unità produttive di Merone e di Ternate.

Due di esse, in provincia di Como, già coinvolte negli appuntamenti degli anni passati e quindi già ben conosciute, sono le Noivoiloro Società Cooperativa Sociale ONLUS e la Cooperativa Sociale Noi Genitori, entrambe di Erba (CO).

In provincia di Varese invece, la Fondazione Renato Piatti Onlus, con i centri CRS e CDD di Besozzo (VA), già coinvolta lo scorso anno, e Mirabilia Dei Società Cooperativa Sociale di Inarzo (VA), novità di quest’anno.

La selezione è avvenuta sulla base degli abituali criteri: oltre alla suddetta prossimità alle sedi operative di Merone e Ternate – fondamentale per creare relazioni di valore nel territorio -, la varietà aree d’intervento, il numero di anni di presenza sul territorio, la capacità di accogliere dipendenti che diventano volontari per un giorno e l’ idoneità degli utenti delle associazioni all’interazione con il mondo esterno.

Oltre a ricevere un aiuto concreto nella gestione del lavoro quotidiano, grazie al contributo di Holcim (Italia) queste organizzazioni potranno acquistare attrezzature e strumenti, completare importanti progetti di supporto ai loro ospiti, rendere più confortevole l’ambiente ed i luoghi di permanenza. Si tratta quindi di un’importante esperienza di servizio, è vero, ma anche e soprattutto di vicinanza, relazione e aggregazione.

Questo aspetto è stato sicuramente apprezzato e viene condiviso dai dipendenti, che hanno espresso, già dalle precedenti edizioni, la loro soddisfazione per aver potuto aiutare concretamente chi ha bisogno e conoscere meglio e in modo più spontaneo e naturale il “collega della scrivania accanto”.

E anche quest’anno le sensazioni positive di chi ha partecipato sono la dimostrazione del successo dell’iniziativa anche dal punto di vista interno. Questo aspetto va a completare la valutazione globale dell’attività legata alla misurazione dei risultati positivi ottenuti nei confronti delle associazioni.

Il dono più grande non l’ho fatto io a loro, ma loro a me”: quali migliori risultati per un dipendente impegnato in una giornata di volontariato aziendale?