Produzione cemento - Fase 2: Preparazione della materia prima

 
pic-production-cement-2a-2.gif

 

 

4 - Preomogeneizzazione

La preomogeneizzazione è un'operazione che mira ad assicurare una composizione chimica costante alla miscela delle materie prime.
Quest'ultima è analizzata tramite apparecchi a raggi gamma. I risultati di queste analisi permettono di definire le correzioni necessarie per ottenere un'alimentazione ottimale del mulino delle materie prime (o mulino del crudo).

{C}{C}

5 - Macinazione delle materie prime

La macinazione delle materie prime (o macinazione del crudo) consiste nella preparazione di una miscela omogenea con un'adeguata finezza per assicurare le migliori condizioni della successiva cottura della farina.
Durante la macinazione le materie prime vengono introdotte in un mulino e sottoposte ad azioni meccaniche (urto, compressione, attrito). La farina detta "cruda", così ottenuta, consistente in una polvere fine, è stoccata all'interno di un silo. Al momento di prelevare la farina cruda dal silo per immetterla nel forno, avviene un processo di omogeneizzazione finalizzato ad ottenere una composizione chimica regolare delle materie prime.

6 - Depolverazione

Il trasporto della farina cruda in sospensione d'aria rischia di generare polverosità. La metodologia di depolverazione consiste nell'eliminare le emissioni di polvere attraverso l'uso di filtri a maniche o di elettrofiltri.
Questa metodologia, fondamentale per la compatibilità ambientale delle unità produttive, è applicata anche durante altre fasi del processo produttivo (cottura, macinazione del cemento).