Produzione aggregati - Le fasi del processo produttivo

 

Il processo produttivo degli aggregati prevede diverse fasi:

Coltivazione

La produzione degli aggregati, si basa sulla coltivazione di idonei giacimenti alluvionali dai quali si estrae la materia prima.

Escavazione

L'escavazione subacquea del giacimento avviene attraverso l'utilizzo di draghe galleggianti a benna mordente o a pompa. Nel caso di giacimenti a secco sono invece utilizzate le macchine operatrici gommate e cingolate. 
Una volta estratto il materiale subisce un processo di pre-vagliatura per eliminare gli scarti e separare le frazioni grossolane.

Selezione

Al fine di rispondere ai requisiti normativi e di mercato la materia prima viene separata idraulicamente nelle singole classi granulometriche, attraverso il passaggio su specifiche reti vaglianti con aperture dei fori differenziate e calibrate.

Frantumazione

Con l'intento di utilizzare tutte le risorse disponibili, il materiale con pezzatura grossolana è frantumato usufruendo di una tipologia di frantoi scelta in funzione delle caratteristiche del giacimento e, successivamente, si procede alla selezione dei vari specifici prodotti.

Stoccaggio e spedizione

Al termine del processo produttivo l'aggregato suddiviso per tipologia di lavorazione e singola classe granulometrica è stoccato in cumuli sul piazzale o in sili, pronto per essere caricato e trasportato a destinazione. In questa ultima fase, in specifici impianti, il cliente può richiedere a suo piacimento la ricomposizione delle classi granulometriche che, per garantire la costanza delle miscele, viene effettuata elettronicamente.